Social Media Things: le novità di questo caldo Luglio.

GOOGLE

Rebranding in atto per Google. L’obiettivo è quello di rendere la piattaforma Adwords più accessibile ed immediata. Google Ads (ebbene sì, cambia anche il nome) sarà solo uno dei tre marchi principali, mantenendo il ruolo di strumento specifico per ricerca, annunci display, video di YouTube, annunci in app in Google Play, posizioni in Google Maps. (Fonte: Ninja Marketing)
Accanto a questo, Smart Campaign, una modalità affiancata dal machine learning che aiuterà gli inserzionisti nella gestione dei servizi.

FACEBOOK

Facebook, in linea con la sua politica di trasparenza, rende possibile la visualizzazione degli annunci pubblicati dalle varie pagine, anche quando non si è nel target di campagna. Gli utenti potranno visualizzare gli annunci attivi direttamente dalle pagine Facebook, Instagram e Messenger alla voce “Info e Annunci”. Gli annunci potranno essere segnalati attraverso il tasto “Segnala Annunci”.

Una funzione interessantissima sul fronte della customer experience è la possibilità, adesso, di utilizzare la realtà aumentata negli annunci. Ciò permette agli utenti di avere una preview del prodotto senza doversi recare negli store.

INSTAGRAM

Numerosissime le novità introdotte da Instagram nell’ultimo periodo, partendo dal lancio di IG TV, l’app che permette di caricare video lunghi fino a 60 minuti e che ha decretato la nascita di nuovi modi per intrattenere e – perché no – distribuire la musica. Segue l’uscita nel Play Store di Instagram Light, la versione da 573 kilobyte invece di 32 megabyte di Instagram, che ingloba le funzioni principali dell’app madre. Per finire, la possibilità di inserire nelle Stories un brano musicale presente in una libreria  a portata di “tap” (la si trova cliccando la stessa icona per accedere agli adesivi). E anche il parco adesivi si amplia: ora permettono all’audience di rispondere a domande poste dall’utente seguito, una novità nata per favorire sempre più l’interazione degli utenti nelle Stories.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. J ha detto:

    Scusa la domanda invadente: quanti account a social network hai dovuto aprire per seguire meglio il tuo lavoro? Io faccio fatica a ricordare il pin del bancomat…

    Mi piace

    1. Federica Nobile ha detto:

      Hey J, credo di aver gestito come minimo una cinquantina di pagine negli ultimi 3 anni. E credimi, non ne faccio un vanto. Nel prossimo articolo voglio proprio parlare dei rischi dell’ipersocialdigitalizzazione.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...