Social Media Things: cose che non sapete e difficilmente ammetterete di non sapere

Progetto senza titolo (6) Premessa: questo articolo contiene volutamente livelli tossici di sarcasmo acuto. Progetto senza titolo (6)

Ho deciso di togliermi uno sfizio. E quando avrò finito di sentenziare, già lo so, sarò in pace col mondo come una bimba che si è appena scofanata una scatola di paste del Primavera di Vittorio Veneto.

Un numero imprecisato ma che si aggira fondamentalmente tra il 95 e il 99% delle persone in Italia che asseriscono di essere social media manager… non fa il social media manager.

E questo, per vostra fortuna e perché non porto rancore, non è nemmeno colpa vostra.

Piuttosto, è colpa di una serie di concause che cercherò di stendervi in irriverenti bullet point, cosicché, felici e contenti, potremmo andare a bere birra fredda godendoci Belgio-Francia.

  • Causa 1: essenzialmente, non vi è corrispondenza tra domanda e offerta.
    Sottotitolo: e venne il Growth Hacker.

    Triste storia: tutti hanno bisogno di un santo che si occupi di gestire la pagina in termini di contenuto e moderazione, ma poi ecco che “ci sarebbe l’inserzione – ci sarebbero i pixels – ci sarebbe il sito – e dai fammi una strategia di funnel”, e quindi uno esce dal corpo e si eleva a Spirito Santo. Spirito Santo che fa ricadere sulla PMI timidi dati che deve pure interpretare per chi dell’amministrazione.In un’altra dimensione parallela.Se sei in Italia, coltivi il tuo orticello e fai partire mille chiamate a Sandra che fa l’inserzionista, a Salvo che fa lo sviluppatore, e a Gigi che fa bilanci. Raccogli info, aranzulli qua e là, e poi ti butti a fare cose solo per il gusto di poter dire che l’hai fatto con le tue mani.Sì, e con la testa di altri che vorrebbero cederti l’IBAN.

rami-malek-mr-robot-maxw-654

  • Causa 2: la struttura poco team e poco social di certi Team Social.

    (Vi chiedo scusa perché parte di questo paragrafo, originariamente, si autodeletò).

    Simile chiama simile. Solo nel Mulino che Vorrei si è strutturati e pronti a tutto, e soprattutto tutti disposti ad avere alla scrivania a fianco persone con competenze complementari ma non uguali alle proprie. Lo so, è difficile parlare con chi mastica vocabolari diversi, e in Italia difficilmente si fa lo sforzo di andare oltre lo scambio di battutacce. E invece, nel mio dream team c’è la digital PR, mastina alla quale si vorrebbe mettere la museruola per quanto rompe con le sue diecimila chiamate, ma che sai che non ne sbaglia una perché ha un fiuto eccezionale tanto per la notizia quanto per la crisi. C’è l’inserzionista sgamato, che conosce tutte le normative per la pubblicazione di contenuti, e che non si offende se gli tocca definire con un bel deep dive le personas da colpire e affondare a suon di bumper ad supercatchy entro e non oltre i 3” di view. C’è l’innovation specialist, il primo a essere aggiornato su cosa c’è di nuovo in città. C’è il CRM Specialist, dotato della calma dei santi, cui magicamente non scoppia il fegato per tutti gli insulti gratuiti in Inbox. C’è la strategist, che capisce il bisogno e struttura il migliore dei pacchetti di servizi multichannel. E c’è il supercopy, creativo e grammar-nazi 2 in 1.Insomma, c’è molta materia grigia e molta meritocrazia. Quello cos’era? Un vitello dai piedi di balsa!

Progetto senza titolo (5)

    • Causa 3.0 : per la natura stessa del medium, si fa una fatica boia a reperire un vero esperto nella risoluzione di una determinata task.

      E questo spiega perché io, dopo otto ore di lavoro, mi debba sorbire una quintalata anomala di telefonate da parte di persone che NON sanno come far partire la loro sponsorizzata su Facebook. E pensate, il mio core non sono neanche le inserzioni.
  • Causa 3.1 : non sapete, oggettivamente, usare Business Manager. E neanche il solo Ads Manager.

    Deal with it: un bagno di umiltà e tanta pratica vi trasformeranno in stimati professionisti, ma prima, rimboccatevi le maniche.
  • Causa 4: nel mondo del “tutto e subito”, si “usa e getta” tutto. Anche le persone.

    Un mio carissimo amico, splendido splendente copywriter e social media manager, è rimasto a casa perché la figlia del cognato della zia del nonno della sorella del cugino, dopo uno di quei grossolani e genericissimi master presi all’università della strada, si è piazzata al suo posto in ufficio e ha deciso che lui doveva reinventarsi. Se la reputation di quest’impresa crollasse domani, non ne rimarrei affatto impressionata.
  • Causa 6: il social media management si muove sui nuovi media, OK, ma è comunque figlio di una scuola di marketing e comunicazione.

    E personalmente, non affiderei MAI a una persona che non si è spaccata il cervello su Kotler e Castells, la gestione della mia pagina o di quella del mio brand. Il calcolo del rischio indica infatti una percentuale non indifferente di probabilità di incorrere in una crisi di percezione del marchio nel primo bimestre. Son soldi.
    Se poi hai un talento o una sensibilità innate nei confronti della disciplina, parliamone, ma o ti faccio affiancare da un marketing manager, o ti mando a un corso di specializzazione coi controfiocconi.
    Fino  a qui tutto bene. Ora, chiedetevi quanti dei vostri social media cosi sappia cosa sia una SWOT.

910px-SWOT_en.svg

E ora che l’ho detta vado. Intanto, la Francia ha vinto.

 

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. J ha detto:

    Dovresti fare due chiacchiere con la social media murderer dell’ufficio accanto al mio…

    Mi piace

    1. Federica Nobile ha detto:

      Ho amato la tua definizione. Parlo forse con un copy sgamatissimo nel naming? Ti prego, apponi una (c) su quella definizione e campa di copyrights.

      Mi piace

      1. J ha detto:

        Eheh magari… però l’idea è buona, ti sei guadagnata il 20%

        Mi piace

      2. Federica Nobile ha detto:

        Stavo leggendo di te. Molto intrigante. Aspetto il prossimo articolo! 😀

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...